Progetti e appuntamenti


2 Concorso di Poesia ad ispirazione religiosa

Gli invii avverranno dal 21 marzo 2020 alla mezzanotte del 21 maggio 2020 – Bando e Regolamento – liberatorie

_____________

A tutte le associazioni: 

Abbiamo raccolto alcune informazioni che desideriamo condividere con voi per aiutare le persone più fragili e le persone in difficoltà economica per le conseguenze dell’emergenza sanitaria in corso.
Vi invitiamo a dare la massima diffusione possibile alle informazioni: ogni passaggio di scambio rende più facile aumentare il numero delle persone che possono essere raggiunte.
Molte delle attività che riportiamo si svolgono grazie alla collaborazione tra soggetti pubblici e privati e, in particolare, con il contributo delle associazioni di volontariato.

Se la vostra Associazione vuole proporre attività di solidarietà inviate una email a cittadinanzaattiva@comune.bologna.it , che è il punto di coordinamento e supporto all’interno dell’Amministrazione, in connessione con i Quartieri e le altre strutture organizzative coinvolte nella gestione dell’emergenza.

Siamo disponibili a pubblicare all’interno dei nostri canali di comunicazione i  progetti, attività o servizi che state realizzando. Per le segnalazioni inviate una email a interculturalezonarelli@comune.bologna.it

Buoni spesa dematerializzati
Il buono spesa dematerializzato può essere utilizzato per comprare alimenti, prodotti per l’igiene personale e per l’igiene della casa.
Scadenza: Il primo termine per la valutazione delle domande è venerdì 10 aprile e, successivamente, il venerdì di ogni settimana fino a esaurimento delle risorse disponibili.

Requisiti: chi può richiedere il buono spesa
Possono richiedere il buono spesa tutti i cittadini residenti o domiciliati a Bologna. Il buono spesa si può richiedere solo a un Comune.Si può chiedere il buono spesa in caso di:

  • perdita o riduzione del lavoro senza ammortizzatori sociali o in caso di ammortizzatori sociali insufficienti
  • sospensione temporanea dell’attività della propria Partita IVA se si rientra nelle categorie soggette al fermo produttivo varato dal Governo nel Dpcm del 22 marzo
  • impossibilità di percepire reddito derivante da prestazioni occasionali o stagionali visto l’obbligo di permanenza domiciliare
  • altre cause da specificare nell’autodichiarazione.

Non si può chiedere il buono spesa se alla data del 31 marzo 2020 si disponeva di depositi bancari o postali di importo complessivo superiore a 10.000 euro, a nome proprio o di un altro componente del nucleo familiare.

Come chiedere i buoni spesa
Bisogna compilare un modulo di autodichiarazione online o cartaceo.                               
Il modulo cartaceo va spedito via email a: buonispesa@comune.bologna.it allegando copia di un documento di identità valido. 

Compila il modulo online
oppure
Scarica il modulo di autodichiarazione ( file .pdf 199kb)
Scarica il modulo di autodichiarazione ( file .odt 22kb)
Chi ha compilato il modulo di autodichiarazione non deve compilare nuovamente anche il modulo online.

Una mappa con i negozi di vicinato che consegnano a domicilio

Il Comune di Bologna, in collaborazione con i sei Quartieri della città, ha raccolto e mappato le attività che fanno consegne a domicilio  per consegnare a domicilio i propri prodotti, e in particolare alimentari, parafarmaci, farmaci, ma anche libri o servizi come la lavanderia
Consulta la mappa
Quartiere Borgo Panigale-Reno: condividi la lista sempre aggiornata e scarica il pdf da stampare
Quartiere Navile: condividi la lista sempre aggiornata e scarica il pdf da stampare
Quartiere Porto-Saragozza: condividi la lista sempre aggiornata e scarica il pdf da stampare 
Quartiere San Donato: condividi la lista sempre aggiornata e scarica il pdf da stampare
Quartiere S.Stefano: condividi la lista sempre aggiornata e scarica il pdf da stampare
Quartiere Savena: condividi la lista sempre aggiornata e scarica il pdf da stampare 

Informazioni accessibili a tutte e tutti

Fondazione Innovazione Urbana (FIU) insieme a Comune di Bologna rende disponibili le informazioni sull’emergenza sanitaria in video LIS (Lingua dei Segni), in testi pensati per garantire la leggibilità a persone con difficoltà visive e fruibili dai software di sintesi vocale e in registrazioni audio.
http://www.fondazioneinnovazioneurbana.it/45-uncategorised/2232-bologna-oltre-le-barriere-le-comunicazioni-di-emergenza-coronavirus

I centri antiviolenza sono aperti: dove rivolgersi
I Centri Antiviolenza dell’Emilia-Romagna  restano tutti aperti, garantendo la reperibilità telefonica (adottando le dovute misure di prevenzione e contingentamento illustrate dai DPCM), senza fermare le attività di sostegno alle donne che subiscono violenza.

Per saperne di più 

Le informazioni riportate sono state raccolte sul sito Iperbole Rete Civica del Comune di Bologna e sono state consultate l’8 aprile 2020.